Ultimissime ...

Nuova veste architettonica del Liceo da Vinci – Avvio lavori di ampliamento sede centrale

Ho il piacere di comunicare che, con decorrenza 18 aprile 2016, verrà inaugurato l’avvio dei lavori previsti per l’ampliamento della sede centrale. Gli interventi di manutenzione straordinaria, che si concluderanno in 12 mesi, entro aprile 2017, vedranno la realizzazione di un edificio scolastico nuovo, sicuro, in linea con i parametri di legge per l’efficientamento energetico e, quindi, a tutela dell’ambiente. Il progetto (di cui si allegano immagini), prevede, infatti, la demolizione e successiva ricostruzione della parte dell’edificio (10 aule), posta a ridosso della palestra e congiunta ad essa tramite una passerella in acciao. Tale opera, aggiungerà nuovi locali passando dalle attuali 10 aule dell’area interessata ai lavori, alle 17 di progetto, prevedendo, inoltre, un piano terra dove saranno situati laboratori, locali tecnici e una grande locale da adibire ad eventi di varia natura. Occorre precisare come il nuovo fabbricato, che si attesta come elemento di congiunzione tra il corpo di fabbrica posto sulla via Possidonea e quello posto sulla via Aschenez , avrà un’altezza di 4 piani relativamente alla quota zero di progetto posta nel cortile interno, quindi con la presenza di ulteriori 2 piani fuori terra e un ascensore per l’abbattimento delle barriere architettoniche. La sede ultimata avrà una fattura architettonica moderna e funzionale che, comunque, non rinnegherà la classicità dei spazi e delle dimensioni, legata al luogo centrale e storico della città.
E’ utile puntualizzare che durante il periodo dei lavori, gli studenti ed il personale scolastico non subiranno alcun disagio, in quanto la sede di Trabocchetto, di recente ristrutturata, potrà agevolmente ospitare, limitatamente ai prossimi 2 mesi (dalla data del trasferimento), i corsi F- G- T. Per facilitare le operazioni di trasferimento, venerdì 15 verrà concordata con i rappresentanti degli studenti l’assemblea di Istituto, sabato 16 verranno sospese le attività didattiche antimeridiane (con opportuna delibera di C.D.I.). Con successive circolari saranno, comunque, dettagliate le modalità organizzative.
I lavori in oggetto completeranno l’opera di “riqualificazione architettonica” del Liceo avviata dall’anno del mio insediamento dirigenziale: 2010 - 2011. Un’azione sinergica ha visto e vede, infatti, tutt’ora impegnati la sottoscritta e gli uffici della provincia, (nella persona del dirigente del settore edilizia architetto Mezzatesta e dei suoi collaboratori), in un piano che, gradualmente, attraverso azioni di manutenzione ordinaria e straordinaria, ha aumentato il livello di efficienza architettonica dei plessi e quindi migliorate le condizioni di salubrità e sicurezza, oltre che di comfort dei locali del Liceo.
Quale forma di rendicontazione sociale ricordo, infine, alcuni degli interventi più significativi adottati per la riqualificazione del Liceo dal 2010 ad oggi:
• nuovi laboratori multimediali e linguistici, posti al piano terra che affaccia sulla via Aschenez con lo spostamento degli uffici ATA sulla parte dell’edificio che dà su via Possidonea, che ha portato, tra l’altro, ad una razionalizzazione con aumento di efficienza nei servizi amministrativi;
• nuovi laboratori multimediali posti nell’ala che si affaccia sul cortile interno;
• nuovi laboratori di fisica, attraverso il finanziamento ad opera di uno sponsor esterno (ditta Linguardo Costruzioni) 
• rifacimento delle facciate esterne lato via Possidonea e via Aschenez.
• nuova disposizione scenica dell’ingresso posto sulla via Aschenez, diventata un “Museo della fisica”;
• costante pulizia e tinteggiatura annuale dei locali scolastici;
• manutenzione dell’aula magna, per offrire un servizio di accoglienza e ospitalità impeccabile nel tempo;
• lavori di consolidamento della parte dell’edificio posto sulla via Possidonea, per garantire un alto standard di sicurezza;
• Intervento attuato col “Fesr II Ambienti per l’apprendimento”, con il quale attraverso il supporto del progettista e direttore dei lavori arch. Paolo Quartuccio, si è riusciti ad abbattere le barriere architettoniche del corpo di fabbrica lato via Aschenez, con la messa in opera di una piattaforma elevatrice, si è riusciti ad abbattere la trasmittanza dell’edificio, attraverso la messa in opera di infissi con valori pari o vicini a 2,0 W/mq; si è riusciti a dotare le aule di nuove porte, più sicure, con oblò e maniglioni antipanico, oltre che realizzare la messa in opera di nuovi maniglioni e porte esterne, cosiddette di emergenza.
• ristrutturazione delle sedi di San Prospero, Trabocchetto e Reggio Campi con destinazione di rispettivi laboratori.

Il percorso, che oramai vede la fine di un ciclo di lavori complessi e faticosi dal punto di vista gestionale oltre che organizzativo, si completerà, quindi, con il progetto di una nuova veste architettonica all’importante liceo della città, costruito nel cuore della Reggio Storica, immersa nel disegno scenico ed urbanistico del cosiddetto “Piano De Nava”, con i suoi isolati e le sue viste meravigliose dalle scalinate, i cosiddetti “cannocchiali ottici” da cui si ammira l’edificato che quasi si allieta sul mare dello stretto.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
 Prof.ssa Giuseppina Princi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sito costruito partendo da un template realizzato nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.